Loading
approfondimenti storici

La Storia di Lizori

“Lizori” è il toponimo di fantasia con il quale, dagli anni ’70 è conosciuto in Italia e all’estero Borgo S. Benedetto (o Castello di Pissignano Alta), frazione di Campello sul Clitunno. Questo castello e la sottostante valle spoletina sono stati presìdi privilegiati della Roma imperiale e repubblicana. Condottieri e senatori, conquistatori d’Oltralpe dall’epico nome come i germanici Barbarossa e poi Federico II furono qui. Fu Ostello di Papi, torre di avvistamento e fortificazione militare, luogo prescelto dall’era longobarda e carolingia in avanti, da mistici e religiosi, e dai limitrofi Ducati. Dentro le mura del castello di Pissignano alta si formò l’insediamento medievale dall’assetto attuale:  strutture di difesa perimetrali che disegnano uno dei rarissimi castelli triangolari di pendio oggi perfettamente preservati in Italia.

Per approfondire l’affascinante storia del Borgo visita ilSito Ufficiale

La Storia di Lizori

“Lizori” è il toponimo di fantasia con il quale, dagli anni ’70 è conosciuto in Italia e all’estero Borgo S. Benedetto (o Castello di Pissignano Alta), frazione di Campello sul Clitunno. Questo castello e la sottostante valle spoletina sono stati presìdi privilegiati della Roma imperiale e repubblicana. Condottieri e senatori, conquistatori d’Oltralpe dall’epico nome come i germanici Barbarossa e poi Federico II furono qui. Fu Ostello di Papi, torre di avvistamento e fortificazione militare, luogo prescelto dall’era longobarda e carolingia in avanti, da mistici e religiosi, e dai limitrofi Ducati. Dentro le mura del castello di Pissignano alta si formò l’insediamento medievale dall’assetto attuale: strutture di difesa perimetrali che disegnano uno dei rarissimi castelli triangolari di pendio oggi perfettamente preservati in Italia.

Per approfondire l’affascinante storia del Borgo visita il